Hereafter (2011) di Clint Eastwood

hereafter-clint-eastwood
Le storie di tre persone che hanno conosciuto la morte e sono destinate ad incrociarsi

Hereafter
GENERE: Drammatico, Thriller
ANNO: 2010   DATA: 05/01/2011
NAZIONALITÀ: USA
REGIA: Clint Eastwood
CAST: Matt Damon, Cécile de France, Bryce Dallas Howard, Jay Mohr, Mylène Jampanoï, Thierry Neuvic
VOTO: 5

Trama
Le storie di tre persone che hanno conosciuto la morte in diversi modi e sono destinate ad incrociarsi. George è un operaio che riesce a vedere nell'aldilà ma smette di farlo perchè ne riceve dolore. Marie Lelay è una giornalista sopravvisuta allo tsunami che ha visto la morte in faccia e che, tornata a vivere, si aliena da lavoro e fidanzato per mettersi a scrivere di temi spirituali. Marcus ha un fratello gemello che muore investito da un auto mentre va a prendere le medicine alla madre tossicodipendente. Il piccolo insegue George a Londra, dove si trova anche Marie per la presentazione del suo libro, per avere delle risposte e poter parlare attraverso di lui con il fratello morto.


Recensione
Come sempre poetico e significativo Clint Eastwood. Racconta la morte, i destini, la vita che rimane, il dolore di chi sa vedere aldilà della propria vita. Non ci mette stupidaggini fantascientifiche o artifici ad effetto, ma si pone interrogativi e cerca di farli sciogliere ai propri protagonisti che devono continuare a vivere...e forse il messaggio è proprio quello che noi siamo dove la vita scorre ancora.

Fatta questa premessa però, pur ammirando molto Clint Eastwood come regista, devo dire che il film zoppica, annoia e non convince. Il prologo delle tre storie è troppo lungo e pasticciato: della giornalista Marie Lelay (Cecile de France), del sensitivo George Lonegan (uno dei peggiori Matt Damon) e del piccolo Marcus. Pur nell'intensità dell'argomento e nelle buone intenzioni di Easwood la sceneggiatura è assolutamente sterile. Poche idee per un film troppo lungo che finisce con l'intrecciarsi delle storie dei protagonisti che avviene troppo tardi. Strappa *** stelle perchè è Eastwood.



3 commenti:

  1. nah ciofeca!
    sei stato ancora buono :)

    RispondiElimina
  2. Non lo definisco ciofeca come il buon Cannibale, ma comunque ammorbante e inferiore ad altri suoi film. Deludente.

    RispondiElimina
  3. Se non una ciofeca una estrema delusione considerando che l'ha girato il buon Clint..
    Comunque sono cosciente di essere stato fin troppo buono, una stelletta è in più per il rispetto che ho del regista.

    RispondiElimina