500 giorni insieme (2009) - Recensione e trailer

500-giorni-insieme-film
"Non c'è giorno che tu non mi renda fiero. Ma oggi te lo dovevo scrivere"


500 giorni insieme
(500 Days of Summer)
GENERE: Commedia, Sentimentale
ANNO: 2009
NAZIONALITA': Usa
REGIA: Marc Webb
CAST: Zooey Deschanel, Joseph Gordon-Levitt, Chloe Moretz
VOTO:

Tom lavora presso un editore che fa biglietti d'auguri e il suo compito è trovare le formule giuste da scriverci sopra. Un giorno viene assunta una giovane segretaria, Summer, che non crede nell'amore. Tom si innamora di lei e saranno 500 giorni di storia e non-storia, di stop e go, di speranza e delusioni. La storia tra lui, inguaribile romantico, e lei, che non crede nelle storie d'amore.

Magari le commedie romantiche italiane contemporanee fossero come questa. Che trattasi di una commedia romantica non lo si nasconde dalla prima frase: "Questa è la storia di una lei e di un lui". Questa pellicola è la dimostrazione di come parlare sentimenti senza cadere in stupidi stereotipi o facendo di quei stereotipi una divertentissima rappresentazione. Si, perchè non si può fare a meno di ridere dal primo minuto di questa pellicola e non si può non parteggiare per Tom, il ragazzo che vede cadere i suoi sogni di fronte ai reali accadimenti, lo schermo si divide a metà e ci fa vedere quello che Tom vorrebbe e quello che realmente sta per succedere (solo uno dei tanti esercizi di stile di Marc Webb). Il regista ha alle spalle tanti videoclip musicali e si vede. I 500 giorni, raccontati andando un pò avanti e un pò indietro, sono raccontati come un puzzle emotivo da ricomporre: un montaggio geniale che mette insieme disegni animati, omaggi cinefili (il film preferito di Tom è "Il laureato") e i salti temporali scanditi dai numeri in sovraimpressione dei giorni che vanno avanti e indietro. Una commedia fresca e leggera che non vuol dire stupida. Una commedia romantica che non vuol dire "che palle". Senza dimenticare i giovani attori protagonisti, Joseph Gordon-Levitt e Zooey Deschanel che sembrano avere nel dna le caratteristiche di sognatore insoddisfatto e di donna sicura che non crede nell'amore. E vogliamo dimenticare la splendida colonna sonora? Non si può. Insomma una vera sorpresa proveniente dal Sundance Film Festival.



Nessun commento:

Posta un commento