Stasera in tv: "Funny Games" e "Arancia Meccanica", sadica violenza e critica sociale

arancia-meccanica-funny-games

Stasera in tv, 25 febbraio, dalle 21.10 su Italia1 i giochi divertenti e sadici dei ragazzi di "Funny Games", remake firmato Michael Haneke, e dei drughi  di "Arancia Meccanica", cult movie di Stanley Kubrick...


FUNNY GAMES (Gb 2007)
di Michael Haneke con Naomi Watts, Tim Roth, Michael Pitt, Devon Gearhart, Brady Corbet

"Possiamo iniziare?"

Per le vacanze Anne (Naomi Watts), George (Tim Roth), e il loro figlio , partono per la loro incantevole casa in riva al lago.I loro vicini, Fred e Eva, sono gia' arrivati. Hanno gia' preso accordi per una partita di golf l'indomani. Mentre padre e figlio armeggiano sulla barca a vela da poco rimessa a nuovo, Anne sta preparando la cena e all'improvviso si trova davanti Peter (Brady Corbet), un ragazzo dall'aria perbene ospite dei vicini, che le chiede delle uova da prestare a Eva. Anna sta per accontentarlo quando le sorge un dubbio: come ha fatto Peter ad entrare senza che nessuno se ne sia accorto? Poco dopo arriva anche Paul, amico di Peter e come lui, ospite dei loro vicini. Inizialmente cortesi e garbati, i due ragazzi iniziano a diventare insistenti e decisamente molesti, tanto da indurre Anna a chiedere loro di andarsene; i ragazzi si rifiutano, ferendo Georg a una gamba e prendendo letteralmente in ostaggio la povera famiglia, torturandola con meschini e umilianti giochetti, raggiungendo sempre più alti livelli di crudeltà, fino a quando Peter uccide il bambino.


La cavalleria rusticana di Mascagni e Atalanta di Handel nell'autoradio ad accompagnare la vita tranquilla e borghese di una famiglia con prato curato, vicini gentili, e sorriso beffardo e crudele dei giovani protagonisti...Tutto richiama ad Arancia Meccanica ma è il remake di un film, australiano, dello stesso Haneke. Critica della società dello spettacolo con la macchina da presa che esalta le scene di violenza al limite del grottesco per quanto forti. La pellicola da una parte permette al pubblico di assistere alle manifestazioni di violenza, giocandoci sopra, d'altra parte, interroga lo spettatore con Paul che guarda in camera e si rivolge proprio a noi...sfidandoci...quasi a chiederci se vogliamo continuare a vedere violenza o fermarla....


Tim Roth sul film: « È stato il film più disturbante tra tutti quelli che ho fatto. Sono state cinque settimane di lacrime. È stato brutale: si è trattata di una delle volte peggiori sul set per me. Non avrei mai voluto guardarlo! »



ARANCIA MECCANICA (Gb 1971)
di Stanley Kubrick con Malcolm McDowell, Patrick Magee, Adrienne Corri, Michael Bates

« Le avventure di un giovane i cui principali interessi sono lo stupro, l'ultra-violenza e Beethoven. » 


Alex (Malcolm McDowell) è un giovane senza arte né parte, figlio di proletari e dedito a furti, stupri e omicidi. Fa capo a una banda di spostati, denominati "drughi". Dopo aver violentato la moglie di uno scrittore finisce in carcere.  Pur di essere scarcerato accetta il "trattamento lodovico", che consiste nell'assistere a filmati di violenza. Una volta uscito dal carcere, senza poter reagire, subirà violenza da alcuni mendicanti vendicativi, dai drughi diventati poliziotti e dallo scrittore che ha perso la moglie e che ora si trova su una sedia a rotelle..


Nessun commento:

Posta un commento